×

Novità e Media

Plants vs. Zombies Garden Warfare 2

By EA - 06-05-19

Buon decimo anniversario Plants vs. Zombies

Come crescono in fretta! Sono passati 10 anni esattamente ieri, 5 maggio, da quando il primo Plants vs. Zombies™ è sbocciato per i giocatori, e poi per molti altri giocatori, e poi ancora di più, includendo anche te! Attraverso gli anni, i giocatori lo hanno fatto diventare una grandiosa meraviglia senza tempo, piantando un numero astronomico di girasoli, sparasemi, masticazombi, ecc. (probabilmente circa 4,5 gazilioni di piante in totale, ma è solo una stima!) per proteggere i cervelli da zombi football, zombi orchi, zombolini, zombi secchioni e altri tipi di zombi.

Chiaramente, Plants vs. Zombies è stato solo l'inizio del raccolto di grandi giochi. È stato seguito da Plants vs. Zombies 2, che ha portato i giocatori attraverso lo spazio e il tempo, Plants vs. Zombies Garden Warfare e Plants vs. Zombies Garden Warfare 2, i più bizzarri sparatutto che il mondo abbia mai visto. Ma il divertimento non si è limitato solo ai giochi. Chi potrebbe scordare quando PvZ™ ha collaborato con l'Associazione de dentisti americani per Fermare la bocca zombi o quando ha scatenato la canzone più ritmo-scoppiettante della galassia, Wabby Wabbo? Indimenticabile è stato anche il fumetto di Plants vs. Zombies, uno dei best seller del New York Times, pubblicato dai raffinati amici della Dark Horse Comics e scritto da Paul Tobin, vincitore di svariati premi Eisner! Nessuno potrebbe scordare questi risultati! E questa è solo la punta dello stelo, quando ripercorriamo la storia decennale di PvZ. 

Ma quali sono i ricordi più cari di coloro che hanno sviluppato questi grandi giochi quando spingono le loro magnifiche menti a ricordare questi dieci anni, con tutti gli incredibili semi sparati, i cervelli mangiati e le geniali frasi ingarbugliate pronunciate da Dave il pazzo? Indovinate un po'... Glielo abbiamo chiesto direttamente! E vogliamo anche sapere quali sono i vostri ricordi. Ma ci torneremo tra un momento.

I ricordi preferiti degli sviluppatori di PvZ

I ragazzi che hanno creato i plantastici giochi della serie PvZ hanno ricordi che risalgono agli inizi, e si spingono ancora più indietro! Stephen Notley, autore di PvZ e designer di PvZ 2, ha condiviso uno dei suoi ricordi preferiti di quei primi giorni di semina di piante e battaglie zombi: "Il mio ricordo preferito di PvZ 1 è di quando era poco più di un prototipo. Lo stavo giocando con un paio di persone e uno dei cofondatori di Popcap ha detto: 'ho bisogno di più sole'. Era fantastico vedere la gente scoprire che questo gioco è più profondo di quello che si direbbe a prima vista. C'è un certo livello di strategia e pianificazione nel gioco. L'idea era di semplificare il genere di strategia difensiva (tower defense), ma renderlo molto divertente. Inoltre, adoro scrivere l'enciclopedia e inserirci una serie di battute sulle piante".

Le battute, i giochi di parole, l'atmosfera divertente e sopra le righe hanno sempre rappresentato uno dei punti focali di PvZ, in tutti i giochi e in qualsiasi prodotto legato al nome che si sia diffuso nell'universo. E anche le squadre di sviluppo si divertono un sacco. Basta chiedere a Justin Wiebe, il direttore creativo di Garden Warfare 2, quale sia il suo ricordo preferito e ci si può fare un'idea degli allegri percorsi intrapresi dagli sviluppatori.

"Ad un certo punto, durante lo sviluppo del primo Garden Warfare, lo zombi ingegnere poteva far apparire una dune buggy e guidarla. Nei nostri test di giocabilità c'erano una marea di ingegneri che scorrazzavano con le loro dune buggy e investivano le piante (uccidendole in un colpo solo) e rendendo la vita piuttosto difficile alla squadra delle piante.  Il nostro produttore continuava a sfruttare questa abilità finché non abbiamo dovuto togliere la dune buggy e rimpiazzarla con un meno letale martello pneumatico. Da allora le sue statistiche di uccisioni/morti sono crollate drasticamente per non riprendersi più, e non perdo occasione di ricordarglielo".

Shaun Laker, produttore di Garden Warfare 2, ribadisce quanto divertimento circoli attorno a PvZ e racconta: "Il mio momento preferito di Garden Warfare 2 è stato quando sono entrato per errore nella base giardino delle piante mentre giocavo come zombi. Le sirene hanno cominciato a ululare a tutto volume e il superfagiolo è apparso sul mio schermo: stava dando la caccia a me! Ne è scaturita una battaglia intensa con un sacco di rigenerazioni. Mi piacciono questo tipo di esperienze divertenti e inaspettate, e ce ne sono molte in Garden Warfare. Non c'è da stupirsi che questo gioco unico e speciale sia così popolare anche dopo il suo terzo anniversario".

Come si mette insieme tanto divertimento? Beh, ci vogliono persone come quelle intervistate qui che si divertono a creare il gioco insieme. 

Quali sono i tuoi ricordi preferiti di PvZ?

Ovviamente, PvZ non sarebbe andato oltre il primo giardino senza il supporto dei nostri migliori guerrieri botanici: voi giocatori!  Voi giocatori di PvZ siete entusiasti, stravaganti, creativi, motivati, eccentrici, e noi vi apprezziamo tantissimo. È sempre fantastico vedervi disegnare, cantare, imitare e discutere delle vostre piante o dei vostri zombi preferiti, parlare dei vostri momenti preferiti dello stravagante e meraviglioso mondo di PvZ. E ora vogliamo sentire la vostra voce ancore di più!

Proprio così: è ora che ci raccontiate i vostri ricordi preferiti degli ultimi dieci anni di Plants vs. Zombies. Pubblicateli sui vostri canali di social media e taggateci con l'hashtag #PvZ10Years. Vi ricordate ancora di quando avete scatenato la vostra prima foglia ombrello? Raccontateci la storia! Lo zombi cacciatore di reliquie vi appassiona inesorabilmente? Fateci sapere i dettagli! Avete creato squisiti pezzi di fan art su Capitan Barbamorta? Condivideteli con noi! Vogliamo sapere cosa vi fa sorridere quando ripensate ai dieci primi, meravigliosi anni di PvZ. Non fate i ritrosi.

Grazie per aver fatto parte della famiglia di PvZ: non saremmo potuti arrivare a dieci anni senza di voi!

 

Partecipa alla conversazione seguendoci su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.